Incontro del laicato oblato - Esperienze

A Vercelli il giorno 21 Novembre si è svolto l'incontro del laicato oblato di zona nord.

Il titolo dell'incontro è stato “un’unico carisma, tanti volti”, vuole indicare come diversi modi di “portare nel mondo” il carisma oblato attraverso opere missionarie e di vita, abbiamo un denominatore comune.

Il desiderio era di mettere in comunione fra loro le diverse tipologie del laicato oblato legate a vario titolo alla spiritualità di S. Eugenio.

Si è pensato quindi di organizzare un primo incontro dei laici di zona nord, per evitare dal primo appuntamento lunghe distanze ai partecipanti a e anche perché a maggio, in occasione dell’anniversario della morte del fondatore ci sarà un evento nazionale che coinvolgerà tutto il laicato a livello nazionale.

L’incontro è stato organizzato dalle due realtà AMMI presenti nella zona Nord che sono quella di Passirano e Vercelli.
P. Angelo Capuano si è reso disponibile per animare spiritualmente l’incontro, oltre agli OMI locali di Vercelli che erano presenti.
Il titolo pensato è “un unico carisma, tanti volti”, a indicare come diversi modi di “portare nel mondo” il carisma oblato attraverso opere missionarie e di vita, abbiano un denominatore comune.

Per questo primo incontro si è cercato quindi di passare attraverso esperienze missionarie e di vita esempi concreti di come il carisma si incontra con il “mondo”.

La mattina è stato introdotto l’incontro ed è stata fatta una riflessione da p. Angelo, nel pomeriggio invece sono state raccontate cinque esperienze fra loro diverse per tipologia e legame alla famiglia oblata, ma tutte legate al carisma di S. Eugenio.

L’incontro non sarà l’unico, l’idea è quella di ripeterlo, magari su base annuale con un percorso definito per rinsaldare il legame di comunione fra la comunità laicale.

Testimonianza di Emy Cigliola (AMMI Vercelli)

Nella festività di Cristo Re, si è tenuto a Vercelli l’incontro del laicato oblato della zona nord, a cui hanno partecipato persone provenienti da varie località, e per citarne alcune, Aosta, Passirano, Brescia,  Borgomanero, Milano, Vercelli e il suo circondario, per vivere, in  un clima di famiglia, una  giornata di fraternità.

Il tema proposto  “un unico carisma, tanti volti”  è stato tenuto  da p.Angelo Capuano,  con chiari spunti di riflessione.
E’ emerso che ciò che  unisce e caratterizza il ns. stare insieme è Cristo Gesù, innanzitutto,  e si  realizza nel dono del carisma di san Eugenio, secondo la  vocazione specifica di ognuno. Lui il centro della ns. vita, con   la   gioia e   il desiderio di vivere  alla Sua presenza,    per divenire  - luce per tanti -.  Un solo spirito che ci permetta  di crescere nella comunione e nella missionarietà.
Condividere il carisma oblato significa, anche, avvertire con passione l’urgenza di accostarsi ai poveri dai molteplici volti e come ci poniamo, nell’oggi della ns. vita,  di fronte a questa sfida. A noi laici, , con le ns. competenze e professionalità,  il compito  di - portarlo  nel mondo -  nei  tanti modi, nei  tanti volti.

Sono seguite alcune testimonianze, proprio per farne emergere alcuni aspetti. Testimonianze di famiglie,  che incontrando  sul loro percorso  gli oblati e il  carisma,    hanno assunto   nuovi stile di vita;  testimonianza  di cammini personali,  dove un’ esperienza in terra di missione è stata  determinante ; testimonianza di coppia, alla loro prima missione popolare, dove significativa è stata quella vissuta nella propria parrocchia e  infine  testimonianza di una  giovane coppia di sposi  che ha  deciso di iniziare il suo  cammino insieme, cominciando da un’esperienza missionaria in Uruguay. Tutto ciò a dimostrazione di quali meraviglie il Signore può operare in noi, se ci lasciamo portare…  ripensando alcuni decisivi  incontri,  non del tutto causali, con i primi incerti ma determinati passi  che hanno dato una svolta alla ns. vita. 

Momento particolare è stato ricordare  p.Fausto, nel suo primo anniversario del ritorno alla casa del Padre,  la cui presenza nella comunità di Vercelli  è stata breve,  ma incisiva.  P. Angelo Pelis, ,  ha voluto farci partecipi della  bella tradizione oblata che  vede consegnare  il crocifisso appartenuto  ad un padre   ad un giovane che  farà la professione religiosa perpetua: così il crocifisso  di  p.Fausto  passerà ad  un giovane rumeno che l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, darà i voti perpetui: un bel passaggio di consegne!  L’altra bella cosa che ci ha detto è come definirebbe  suo fratello:    “ missionario dell’ottimismo ” e  anche  a noi piace ricordarlo così.
Affidiamo a Maria, madre del cammino, il giovane rumeno e i ns.  comunitari e personali percorsi.
Grazie a tutti!

Emy

Testimonianza di Michele e Annapaola Brazzale (Parrocchia Oblata di Aosta)

“Un unico carisma, tanti volti” è il tema intorno al quale si è svolto l’incontro dei laici oblati di Maria Immacolata a Vercelli.
La giornata è iniziata con una calorosa accoglienza da parte dei Padri e delle famiglie ospitanti presso la sala del Piccolo Studio della Basilica ( che poi piccolo non è !) cui ha fatto seguito un incontro con P. Gianpaolo e P. Angelo, attuale referente del laicato oblato in Italia.
Essere lì è stato pensato e voluto da Dio prima, e da tutti noi dopo, che abbiamo sentito significativa l’esperienza di fraternità che ci ha unito.

Un unico carisma perché come ha sottolineato P. Angelo, l’evangelizzazione, la missionarietà, l’essere vicino  al povero  non è soltanto proprio della vocazione sacerdotale o religiosa ma di ogni cristiano battezzato che vive in Cristo.
Il vivere le diverse vocazioni, così come Gesù ci chiede, ci rende più uniti, ci rinforza nella fede e ci fa una cosa sola nell’Amore del Padre.
Tanti volti, come tante sono le membra dell’unico corpo che è Cristo. Ogni volto, unico, con un’unica storia  da vivere e da raccontare . Così è stato:
vita di coppia , vita di famiglia è la strada che il Signore ci ha indicato con la Missione popolare dell’ 88.
Noi, Annapaola e Michele, siamo una coppia come tante altre e guardandoci indietro ogni momento della nostra vita è stato  segnato dalla Sua presenza.

Quante volte,  ci siamo chiesti: ”Cosa vuoi Signore da me, cosa vuoi che io faccia per Te?”. A volte con trepidazione, a volte con slancio abbiamo cercato di seguirLo.
Poi l’incontro tra noi  discreto, intenso, profondo, che superava la semplice ed importante presenza umana. Abbiamo gettato le reti, ci siamo lasciati condurre nel Suo progetto di vita pensato per noi.

Vivere nella parrocchia con i Padri Oblati non è da tutti e nulla avviene per caso!
Nella missione dell’88, allora il parroco era P. Walter Verzeletti, i giovani si riunivano sotto un’unica tenda con un unico motto:  AMARE TUTTI, SEMPRE, PER PRIMI.
Amare di quell’Amore che Cristo stesso ci ha dato: dare la vita . Per noi  dare la vita  si è tradotto  come l’essere l’uno per l’altra icona dell’Amore Trinitario. Il Signore ci ha fatto questo grande dono e a noi non basterà una vita per ringraziarlo! E’ un dono che gratuitamente abbiamo ricevuto e che gratuitamente cerchiamo di donare.
Il dono si traduce nel vivere il più possibile in pienezza la realtà della famiglia accanto ai nostri figli, nel lavoro, nelle relazioni sociali ed in parrocchia.

Collaboriamo con il nostro parroco P. Luigino nell’accompagnare i fidanzati al sacramento del matrimonio: diverse coppie chiedono il matrimonio in Chiesa e noi cerchiamo di renderli il più possibile consapevoli del grande passo che vogliono compiere sapendo che senza Gesù si fa molta più fatica.

Io, Annapaola, mi occupo della catechesi dei bambini in preparazione alla Prima Comunione. E’ un’esperienza che sempre mi richiede una revisione di vita per poter dare ai bambini un messaggio credibile e duraturo.
Inoltre cerchiamo di esserci per piccoli servizi che il parroco ci chiede ogni tanto.
Ad esempio abbiamo conosciuto un gruppo di africani che ogni tanto si incontrano per condividere momenti di festa tra loro e con noi. Siamo contenti di poter dire che anche i nostri figli condividono con noi alcuni momenti di fraternità  e si impegnano nell’oratorio come animatori. 

Queste nostre esperienze sono tutte nelle mani di Colui che sempre ci guida, ci protegge , ci benedice nel cammino.
L’esperienza di Vercelli è stata per noi molto bella e arricchente; condividere con altre persone questi ideali ci rende partecipi di una grande famiglia che è la Chiesa che ancora una volta ci dice che “ insieme si può…..”!.

Annapaola e Michele

IMG_5543
IMG_5543 IMG_5543
IMG_5549
IMG_5549 IMG_5549
IMG_5569
IMG_5569 IMG_5569
IMG_5608
IMG_5608 IMG_5608
S. Andrea Verce...
S. Andrea Vercelli S. Andrea Vercelli

 

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information